CastelMaggiore e un personale “casuale”

Cominciamo con il dire che è tutta colpa di Strava.
Strava è una delle tante app che traccia gli allenamenti ma la preferisco e quindi la uso perchè aggiunge una parte social: puoi seguire amici, trovare dei segmenti particolari o partecipare a sfida.
Ogni mese infatti Strava mette in competizione i suoi iscritti su quanti km si riescono a fare, quanto dislivello, il miglior 10K e la migliore mezza maratona. E proprio a “causa” di questa sfida mi sono iscritto alla mezza maratona di Castel Maggiore.

Dopo la Maratona di Firenze infatti la mia stagione era chiusa e in maniera molto positiva. Mi sentivo bene ma non avevo obiettivi, motivo per cui le uscite erano dei semplici 10K senza guardare il Garmin, senza cambi di ritmo, 10 chilometri semplice e sereni, lasciando andare le gambe e la testa. Ottimo allenamento, ma così facendo non avrei mai raggiunto la sfida di Strava della mezza maratona e quindi mi sono iscritto. Ovviamente potrete facilmente intuire che il fatto che il Passo Capponi avesse organizzato una grigliata finale non ha minimamente influenzato la mia scelta 😉

Si parte prestino (per una corsa invernale) 9:30; fa fresco, ma in compagnia tutto passa.
Partiamo e non so cosa fare, vorrei stare sotto l’1:41 ma non vorrei correre da solo, non ho reali obiettivi di tempo e quindi vorrei godermi la corsa insieme a qualche amico. Parto dal fondo e incrocio il saggio Max alias Tesorino. Uno che se vuole corre forte, ma soprattutto uno che una mano e due chiacchiere te le da sempre; lo affianco e si parte.
Seguo Max in versione salmone e superiamo un bel po di runners.
Recuperiamo un altro Cappone (Parmiggia) e soprattutto la regina, amica Irene. Non si sente benissimo, classico del podista che non sta mai bene, forse fa il percorso da 13,5KM, ma intanto i 4:40 li tiene molto bene e si attacca volentieri al gruppetto.

Ridendo e scherzando recuperiamo anche l’altro saggio Max, siamo al 12KM, c’è un bel sole che fa quasi “caldo”, deviazione percorso corto a destra, tiriamo a sinistra. Tutti, anche Irene.

Neanche ci accorgiamo e siamo al 18° km. Altri amici sul percorso, qualche reduce dalla maratona di Reggio Emilia che se non fosse affaticato normalmente vedremmo solo all’arrivo ;). Recuperiamo anche il Pedro, è concentrato, sta andando alla grande, PB nel mirino. Ci terrà come riferimento e ce la farà.

Nel dubbio mi scappa di chiedere ad Irene qual’è il suo PB. Con le prime smorfie di fatica le scappa un 1:39 qualcosa, il mio è 1:38:50 e allora guardo per la prima volta il Garmin. Ci siamo, altro che 1:41, siamo tranquilli sull’1:38.

“Dai Ire che si va a sbriciolare i PB”.

km 19,5, tornantino a destra e mi si chiude la vena, ultimo incitamento a Irene che consegno alle sagge orme di Max e accellero, non ci credo ma mi metto ai 4:00/4:05.

1:37:17 New PB ma è molto più bello l’abbraccio che mi da Irene tagliato il traguardo, per averla convinta a farla tutta e per averla tirata, ma ha corso lei io non ho fatto niente di particolare, solo dovere di Cappone 😉

il resto è storia anzi grigliata…

 

Salutate_castelmaggiore_

Traccia GPX

Scarica il file GPX: download

StravaGPX

Distanza totale: 21171 m
Altitudine massima: 34 m
Altitudine minima: 20 m
Totale salita: 112 m
Totale discesa: -113 m
Velocità media: 13.09 km/h
Tempo totale: 01:37:32