Che bella giornata

Altro giro, altro regalo.

Il Passo capponi ha organizzato un nuovo allenamento collettivo e non potevamo mancare. Ho già scritto in altre occasioni cos’è, ma volentieri riassumo nuovamente: Una società sportiva che organizza un allenamento collettivo al quale possono partecipare tutti ma proprio tutti tutti organizzando punti di ristoro (e che ristoro), doccia a disposizone, deposito borse, tenda per cambiarsi, servizio massaggi, foto, il tutto dalle 7:00 del mattino fino a che tutti sono arrivati… altro?

 

Come al solito andiamo con ordine: non ho niente in programma a breve, ma l’opportunità di fare un lungo assistito non si può lasciar sfuggire. In programma 30km che non faccio da Roma

 

In realtà è occasione ghiotta per stare insieme e quindi senza grossi rimpianti dormo 2 orette in più, carico le mie dormienti signore in macchina e arriviamo per la partenza del secondo giro alle 8:30.

 

Alle 7:00 sono già partiti in 200 (duecento anche per la questura), qualcuno è già ripartito per il secondo giro perchè potendo decidere la distanza (giri da 8,5-10-11,5 e 14)  a fine giornata i km fatti da tutti saranno i più strani possibili. Come al solito qualcuno tira il gruppo e qualcuno lo chiude.

 

Caldo fa caldo.

E’ il debutto al giro dell’Oppio per Lucia e non perdo occasione per fare il figo spiegarle tutti i trucchi del percorso con dislivelli insidiosi e discese tecniche (guardate la traccia sotto se non ci credete) e snocciolare anche perle di saggezza e cultura: “Originariamente, agli inizi del ‘600, il monumento religioso della madonna dell’Oppio era rappresentato da un’immagine in terracotta della Vergine, immagine situata su di un tronco di oppio posto al crocevia delle vie Sparate e Cassola. L’aumento del numero dei devoti fece sì che la Madonna, unitamente al tronco di oppio, fosse collocata all’interno di una piccola cappella opportunamente costruita. 
Nel 1746 poi, la straordinaria guarigione di una giovane gravemente malata e devota alla Madonna rafforzò il culto di essa a tal punto che Monsignor Formagliari, Arcidiacono della cattedrale di Bologna, nonché proprietario dei terreni circostanti, decise di fare edificare l’attuale chiesa della Madonna dell’Oppio. ” 

 

Arriviamo al ristoro della Madonan dell’Oppio appunto e ci accolgono con pistole ad acqua (sia ringraziato il cielo). Matilde si sveglia dopo aver ronfato per 7 km e ottiene anche un biscotto. Spugne per bagnarsi, due bicchieri di the “freddo” e si riparte.

 

Il caldo taglia le gambe della mamma che però testona non molla e teniamo un buon ritmo con Babypoz alla costante ricerca di cani che per la cronaca alla fine saranno due sette cinque (qualsiasi numero voglia dire).

Nuovo ristoro con il buon Pullega a salvarci, altra rinfrescata, 4 chiacchiere, anzi 5-6 che tanto non ci insegue nessuno.

Arriviamo insieme ad altri amici e concludiamo i nostri 14km di giornata, soddisfatti, felici e in compagnia.

 

Al ristoro finale c’è anche un pacco gara, grazie alla collaborazione di qualche sponsor/amico e altre società podistiche perchè sì, si può correre e divertirsi insieme senza tante divisioni di colori…

Non spreco altre parole perchè già sapete quanto considero fondamentale e bellissime queste giornate di fatica sudore e aggregazione se non un GRAZIE ai tanti che hanno organizzato, supportate, gestito e ristorato questa giornata.

 

Ah dimenticavo, facendo il secondo giro e non certo a livelli kenyani, abbiamo praticamente fatto da chiusura, ho raccolto una sola spugna che è “scivolata2 ad un atleta, non un bicchiere di plastica, non un gel o una cartaccia per le strade…

 

Arrivati a casa Matilde ha detto: “Che bella giornata”.
Considerando che dopo la corsa siamo andati all’IKEA e alla Coop o ha un concetto strano di bella giornata oppure la prima parte è stata veramente super bella.

Grazie a tutti!! ci vediamo alla Run Tune Up a Settembre…

 

 

Traccia GPX

Scarica il file GPX: download

StravaGPX

Distanza totale: 14188 m
Altitudine massima: 34 m
Altitudine minima: 20 m
Totale salita: 71 m
Totale discesa: -72 m
Velocità media: 9.40 km/h
Tempo totale: 01:36:12