Swim like a dad

Swim like a Dad.

Lo scrivevo qualche giorno fa, i runners in estate si trasformano e arrivato al mare non ho resistito.

Sono diventato uno swim runner, nel senso che un po’ correvo con Lucia e un po’ nuotavo, e nuotavo e nuotavo.

Obiettivi sportivi? Pochi (per ora) se non quello di tenermi allenato senza sforzare ginocchia e schiena.
Non sto a parlare tanto di tempi e distanze anche perché avendo un Garmin solo corsa, la misurazione a nuoto è particolarmente lacunosa, ma le mie quasi 5 ore in 11 giorni le ho fatte… che per uno non avvezzo all’acqua sono tanta roba.
Non sono uno squalo ma diciamo che mi ci sono trovato bene, fondamentale la respirazione non solo perché se no ciao ciao e glug glug ma proprio per darti il ritmo e non andare in debito di ossigeno con conseguente perdita drastica di efficienza.

e come dice #babyPoz “Zitto e nuota, nuota e nuota”.