Lungamente verso il passatore day10

Sì  bisogna cominciare a mettere nelle gambe anche dei lunghi non solo dei km.

Già domenica scorsa in realtà ho fatto un lungo da 37 ma erano 16 + 21 e ne sono uscito talmente male che non vorrei ricordare 🙂

 

In realtà ricordo bene gli errori fatti e quindi questi 32 li preparo molto meglio.

Intanto conosco bene il percorso che presenta addirittura 64 metri di dislivello su tutti i 32 chilometri, eh sì lo so è arduo, ma meglio farsene una ragione…

Non sottovaluto l’alimentazione, bella colazione abbondante: thè, 4 fette biscottate con marmellata home made e una cremina di arachidi spettacolare e un fruttino della Zuegg in pratica un presport e mi porto 2 gel per la corsa.

 

Ci torviamo in tanti alle 9:00 alla partenza. Un bel gruppone che dice cagate. Io dal canto mio mi presento sobrio con Calzamaglia X-Bionic Bianca, pantaloncino sbrilluccicoso e maglia di Batman. (spoiler: foto in fondo)
Si avvicina la partenza e allora comincia anche un  “Tu cosa volevi fare?” “io ho un lungo da 25″ ” io vado ai 5:10″ e compagnia danzante.

Mi aggrego a Zukka e alla Froyo per un 32 in previsione della sua Barcellona ai 5:10-5:15 (speravo di andare con più calma in realtà).

Pronti via, primo chilometro a chiacchierare con Pullega l’africano e un po’ di amici ma poi mi riporto sul duo di testa che mi sta scappando… Facciamo il primo pezzo anche con Denny e poi ci raggiungono altri amici.

Dopo 15km (abbiamo allungato con lo Ziribega il giro da 14) troviamo il ristoro della Dani.
Sì perchè in questa società, anzi in questo gruppo di amici, quando uno purtroppo è infortunato non corre ma si adopera per gli altri e se poi ha la fortuna di abitare lungo il giro, mette un bel ristoro con tanto di the caldo in termos e biscotti… solo applausi…

 

Ripartire non è semplice per le gambe, semplicissimo per le chiacchiere; d’altronde la chiacchiera è donna e la Cate sembra avere fiato a volontà… Sosta idraulica per Zukka che ci raggiunge e chiudiamo il primo giro da 19. Via con il secondo da 11,5 e poi ci inventiamo qualcosa…

 

Dopo 23 km fatti in 2 ore e qualcosa la fatica comincia a farsi sentire, le gambe sono sempre più pesanti ma si continua a parlare a volontà. Il ritmo è però sempre quello, martellante tra i 5:05 e i 5:15. Sono particolarmente sorpreso di me stesso, dopo le fatiche di domenica e i 30 km tra venerdì e sabato non mi aspettavo di essere così “brillante”.

Secondo ristoro, altro thè caldo, e via per lo sprint finale. Ridendo prometto alla Cate di fare gli ultimi 2 sotto i 5:00… mi manda a spendere con la solita dolcezza.

 

Al 27esimo non ne abbiamo quasi più voglia, finiamo per parlare di politica ma smettiamo per evitare la depressione.
Chiudiamo il 29esimo in 5:07 e mi metto davanti per fare strada e trovare quegli ultimi km che ci servono per fare 32.

Come promesso accellero anche, in progressione, inventandomi un giretto intorno alla bocciofila. I Frolli (soprannome della coppia) rispondono entrambi presente e via andare.

4:55 – 4:51 – 4:46 non male il tris per chiudere la festa… roba da super eroi…

 

32_con_Zukka_e_la_Cate_roadtopassatore100_day10

Traccia GPX

Scarica il file GPX: download

StravaGPX

Distanza totale: 31758 m
Altitudine massima: 34 m
Altitudine minima: 21 m
Totale salita: 124 m
Totale discesa: -124 m
Velocità media: 11.59 km/h
Tempo totale: 02:48:56